Carta del praticante 2018-06-01T09:32:39+00:00

Diamo il benvenuto alla Carta del Praticante!

Durante l’Assemblea dell’Ordine degli avvocati del Canton Ticino tenutasi il 17 maggio 2018 è stata presentata la “Carta del praticante”, elaborata dalla nostra Associazione in collaborazione con l’Ordine.

La stessa è entrata in vigore il 1. giugno 2018. Si tratta di linee guida che racchiudono regole e principi volti a disciplinare il rapporto professionale tra i praticanti legali e i rispettivi maîtres de stage. Viene ad esempio raccomandata una retribuzione minima dei praticanti, con modello a scalare, partendo da un salario di CHF 2’000 mensili, e disciplinati anche gli aspetti riguardanti la formazione professionale del praticante e le difese d’ufficio assegnate a quest’ultimo.

Ci auguriamo che queste linee guida possano venir applicate da tutti gli studi legali del Cantone, al fine di garantire ai praticanti legali una formazione all’esercizio della professione dell’avvocatura di qualità, e di valorizzare il loro operato attraverso una retribuzione adeguata.

Oltre alla Carta del praticante, è poi stato concepito un modello di contratto di lavoro, che le parti avranno la facoltà di utilizzare per disciplinare il loro rapporto professionale.

Di seguito trovate sia la “Carta del praticante”, che il modello di contratto di lavoro in formato pdf che potete facilmente scaricare.

Scarica

La Carta

Scarica la Carta in versione PDF. In vigore dal 1. giugno 2018.
Scarica

Contratto di lavoro

Contratto tipo di lavoro potrà essere scaricato appena disponibile

Press

L’ordine degli avvocati ha elaborato un documento con diritti, doveri e retribuzione raccomandata

Carta dei praticanti legali
presso gli Studi legali del Cantone Ticino

(di seguito anche “Carta”)

discussa e concordata tra l’Associazione Giuristi Praticanti del Canton Ticino (in rappresentanza dei praticanti legali) ed il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati del Cantone Ticino (OATI) a valere quali linee guida e buona prassi per quanto attiene al disciplinamento dei rapporti tra i mâitres de stage e i loro praticanti.

1. Scopo

La presente Carta si pone quale obiettivo quello di proporre un modello di regole e principi per disciplinare i rapporti tra i mâitres de stage ed i loro praticanti nell’ottica di mettere a disposizione di tutte le parti interessate delle linee guida alle quali potersi orientare.

In particolare lo Scopo della presente Carta è:

a. proporre un modello organico di disciplinamento dei reciproci diritti e doveri dei praticanti e dei maîtres de stage;

b. proporre un modello di retribuzione minima dei praticanti;

c. indicare gli elementi che dovrebbero essere disciplinati nel contratto di lavoro da stipulare in forma scritta tra praticante e maître de stage;

2. Rapporto di lavoro

Di principio le parti stipulano in forma scritta un contratto individuale di lavoro di durata determinata. Una copia del contratto di lavoro viene consegnata al praticante prima dell’inizio del rapporto di lavoro.

Per il periodo di prova si suggerisce una durata di due mesi a partire dal primo giorno di lavoro del praticante. Durante il periodo di prova dovrebbe essere assicurata, per ciascuna delle parti, la possibilità di disdire il contratto di lavoro per la fine di una settimana con un preavviso di sette giorni.

3. Doveri del praticante

Il praticante si impegna in particolare a:

a. rispettare la legislazione federale e cantonale in materia di avvocatura;

b. osservare gli usi ed i costumi propri all’esercizio della professione di avvocato;

c. acquisire un’adeguata formazione;

d. conformarsi all’organizzazione dello Studio legale;

e. osservare le istruzioni impartite dal maître de stage;

f. esercitare in modo diligente la professione.

4. Doveri del maître de stage

Il maître de stage si impegna in particolare a:

a. formare in modo personale ed adeguato il proprio praticante;

b. vegliare affinché il praticante acquisisca una formazione il più possibile completa nei rami principali del diritto;

c. consentire al praticante di entrare in relazione diretta con i clienti e con le autorità;

d. versare al praticante la retribuzione liberamente pattuita, la quale, considerate tutte le sue componenti, non dovrebbe essere inferiore a quanto raccomandato al punto 5 della presente Carta.

5. Retribuzione del praticante

5.1. La retribuzione mensile lorda minima del praticante, non dovrebbe essere inferiore a:

  • CHF 2’000.00 per i primi sei mesi di pratica;
  • CHF 2’200.00 dal settimo al dodicesimo mese di pratica presso il medesimo maître de stage;
  • CHF 2’500.00 dal tredicesimo mese di pratica presso il medesimo maître de stage.

5.2.  Il maître de stage ed il praticante possono liberamente pattuire forme di retribuzione supplementari sulla base delle prestazioni e/o del fatturato del praticante.

5.3.  Si raccomanda il versamento del salario per tredici mensilità all’anno.

5.4.  Al praticante vengono rimborsate di principio tutte le spese sostenute per le pratiche a lui assegnate, comprese le spese di trasporto, previa presentazione dei relativi giustificativi.

5.5.  L’ammontare del salario si basa sull’Indice svizzero dei prezzi al consumo di marzo 2016 e dovrebbe essere adeguato ogni due anni per il 1° gennaio sulla base dell’indice del precedente mese di novembre, la prima volta il 1° gennaio 2019.

6. Formazione professionale

Compatibilmente con le proprie necessità, rispettivamente con quelle dello Studio legale, il maître de stage dovrebbe concedere al praticante il tempo necessario per permettergli di partecipare agli eventi destinati a completare la sua formazione professionale.

7. Difese d’ufficio

7.1.  Il maître de stage sostiene il praticante nell’adempimento del proprio obbligo di partecipare al picchetto penale e concede a quest’ultimo il tempo necessario al trattamento delle pratiche per le quali è stato personalmente nominato quale difensore d’ufficio, sorveglian- done l’attività.

7.2.  Le Parti raccomandano che la retribuzione delle difese d’ufficio effettuate dal praticante sia lasciata a quest’ultimo. Tale retribuzione può essere computata quale componente del salario raccomandato di cui al punto 5.

7.3.  Qualora la difesa d’ufficio fosse personalmente affidata al maître de stage, ma la causa fosse essenzialmente trattata dal praticante, le Parti raccomandano che una parte della retribuzione versata dallo Stato sia corrisposta al praticante. Questa può essere computata come componente del salario raccomandato di cui al punto 5.

8. Durata del lavoro

L’attività lavorativa del praticante dovrebbe di principio svilupparsi su quarantadue ore a settimana. Il maître de stage dovrebbe impegnarsi affinché il praticante non ecceda le quarantadue ore di lavoro settimanale, se non in caso di stretta necessità, segnatamente per motivi d’urgenzadovuti da procedure in corso o da obblighi di comparizione dinnanzi l’autorità.

9. Congedi

Il maître de stage dovrebbe concedere al praticante i seguenti giorni di congedo, senza imputazione sulle vacanze, né diminuzione del salario:

a. Due giorni in caso di matrimonio del praticante;

b. Un giorno per paternità del praticante;

c. Tre giorni in caso di decesso del coniuge, partner registrato, convivente o persona facente parte della comunione domestica del praticante; 2 giorni in caso di decesso del padre, della madre, di un fratello o di una sorella del praticante non facenti parte della sua comunione domestica;

d. Un giorno in caso di trasloco del praticante.

10. Attestato di lavoro

Al termine del rapporto di lavoro, il maître de stage è tenuto a consegnare al praticante l’attestato completo di lavoro per la pratica svolta.

11. Entrata in vigore e modello di contratto di lavoro

La presente Carta è composta di quattro pagine ed entra in vigore il 1° giugno 2018.

Al più tardi il giorno dell’entrata in vigore, la presente Carta è pubblicata sui siti internetdell’Associazione Giuristi Praticanti del Canton Ticino e dell’OATI.

L’Associazione Giuristi Praticanti del Cantone Ticino e l’OATI procederanno a concordare e a mettere a disposizione dei rispettivi membri un modello di contratto di lavoro allestito sulla base dei principi stabiliti nella presente Carta.

Language »